BIG BANG
BIG BANG

Pubblicato il: 26 marzo 2018

CAROTENUTO. La nostalgia dei tifosi: “Il calcio a Mugnano torni ad essere quello di una volta”

  
  

Il momento è di quelli delicatissimi. Di quelli che rischiano di lasciare il segno sull’intera stagione sportiva. Per il Carotenuto è la fase più dura della stagione. Dopo una serie di passi falsi, specie nel girone di ritorno, l’unica ancora di salvezza è riposta nei play out. Quanto accaduto la scorsa settimana contro il Lioni, però, non è stato digerito da parte della piazza mugnanese, ritenutasi profondamente offesa da un comportamento poco rispettoso nei confronti della storia e dei valori della società sportiva mugnanese.

A manifestare il rammarico per la grave situazione extracalcistica verificatisi in occasione del pre gara contro il Lioni ci sono i tifosi mugnanesi. “Ci sentiamo offesi – precisano in una nota recapitata alla nostra redazione – non era mai successo nel corso della nostra storia di essere protagonisti di episodi del genere che oltre a macchiarci nell’intero panorama calcistico regionale e nazionale, rischiano di incidere pesantemente sul rendimento sportivo. Siamo sempre rimasti attaccati alle radici del nostro paese e il calcio ha sempre rappresentato un momento di unione e di partecipazione dell’intera comunità. Valori che hanno avuto effetti di aggregazione e nel corso degli anni ne aveva fatto della nostra realtà calcistica uno dei modelli da seguire anche in prestigiose piazze come Sorrento, Cava de Tirreni, Angri, Pagani. Sempre a testa alta e mai comportamenti indecorosi, limitandosi a focalizzare il tutto solo ed esclusivamente sull’aspetto tecnico. Non ci sorprende, quindi, la fotografia di uno stadio, quello intitolato alla memoria di un presidente come Angelo Sanseverino, profondamente vuoto e abbandonato al proprio destino. Eravamo il fiore all’occhiello per come il calcio rappresentasse un valore popolare, oggi siamo diventati una piazza che viene riconosciuta per altri questioni extracalcistici. Ed è questo quello che ci fa soffrire di più. Non siamo qui ad individuare i colpevoli, ma ci auguriamo che a Mugnano del Cardinale il calcio torni ad essere quel fenomeno positivo che contraddistingueva la realtà locale. L’attuale società, a cui va il riconoscimento per gli sforzi effettuati durante questo periodo che hanno contribuito anche al raggiungimento di importanti risultati sportivi, deve sapere che la squadra del Carotenuto ha sempre rispecchiato la cultura e le tradizioni del popolo mugnanese, condizione questa andata smarrita da circa un anno a questa parte”.

  
  

  
  
>